Per le scale di Sicilia

Cuttaia è uno di quei cuochi che mi ha sempre ispirato.

Andai da lui a mangiare alla Madia di Licata con mia moglie e un’amica che a quei tempi lavorava ad Agrigento e ci facemmo questo viaggio nel viaggio per andare a mangiare da lui. Era l’estate del 2009 e la seconda stella Michelin stava per arrivare o era arrivata da poco; che importa?

Fatto sta che trovai questa cucina profondamente siciliana che mi rimase in testa per sapori opulenti ma leggeri, per questi agnolotti dal pin ripieni di non ricordo cosa che era come piegare lo spazio e essere con un piede a Torino e l’altro sulle spiagge siciliane.

E poi io Pino Cuttaia me lo sono sempre visto come un cuoco operaio, li a spaccarsi la schiena in fabbrica e quella voglia di fuggire in un luogo dove la fatica è diversa ma non minore, dove provare per la prima volta una bolla francese.

Insomma quando è uscito il libro “Per le scale di Sicilia” io l’ho comprato subito e l’ho letto e l’ho lasciato li.

Non per mancanza di bellezza ma perché alla fine per certe cose preferisco lasciare in sospensione. Per altre prende il sopravvento la pigrizia.

Ma stasera guardandolo mi è venuto in mente quel viaggio, la sintesi di otto anni fa nella costola di un libro stretto tra altri.

Vi capita anche a voi di guardare le costole dei vostri libri e ricordarsi un personaggio, un pezzo di narrazione o la vita dell’autore?

A me son venute in mente le cose che avevo mangiato e che ci sono li dentro, quell’arancino con le triglie e il filetto all’olio di cenere, quel corridoio lungo e stretto con la cucina in fondo a sinistra.

Il libro contiene molta storia e tantissime ricette. Alcune più fattibili di altre.

Contiene tanta ispirazione e tante idee da copiare.

Per le scale di Sicilia
Pino Cuttaia
Giunti Editore, 2014
ISBN: 9788809798496

, , , , ,
Articolo precedente
Pesto di zucchine
Articolo successivo
Mezze maniche broccoli, bottarga e briciole

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Menu