Crostini rossi

Se mi dicessero che devo nutrirmi di crostini per un mese e che non posso scegliere altro probabilmente mi renderebbero abbastanza contento.

Sempre provato trasporto per queste semplici fette di pane abbrustolito coperte di salse.

Da queste parti, nella I.M.C.S.P.D.I.C.M., i crostini “veri” sono soltanto di due tipologie: quelli neri fatti con fegatini e milza e quelli rossi di pomodoro piccante.

A questa seconda tipologia son legato per motivi d’infanzia. Ad essi associo il peperoncino quello che mio nonno chiamava lo zenzero e che finiva in qualunque piatto contenesse pomodoro.

Crostini rossi

Ricetta facilissima, al limite del banale, ma che da soddisfazione. A me sicuramente.

  • 1 barattolo di pelati
  • 3 cucchiai di olio
  • 2 spicchi d’aglio
  • 5 o 6 foglie di basilico
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati (facoltativo)
  • peperoncino
  • sale

Schiacciare i pomodori. Schiacciarli bene.

Tritare finemente l’aglio e metterlo a scaldare con l’olio ed un poco di peperoncino. Appena il profumo si sente aggiungere il pomodoro.

Far prendere il bollore e far addensare.

Regolate di sale ed un minuto prima di spegnere aggiungere basilico, altro peperoncino per chi li vuol forti ed i capperi tritati grossolanamente. Se aggiungete i capperi attenzione all’uso del sale.

Coprire crostini di pane abbrustoliti caldi e se si vuole agliateli pure che siamo gente di spirito.

, , , ,
Articolo precedente
Compressione di panino dopo il concerto
Articolo successivo
Cozze alla marinara

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu