Carpaccio al ketchup

Facciamo così, facciamo che anche se scoprirete chi sono o quando lo dirò (messo che ve ne freghi qualcosa) questa cosa qui non la direte a mio padre che odia il pomodoro e ancor di più il ketchup.

Non per altro è che è anziano e ha fatto del consumo tradizionale della carne un atto religioso.

Nella foto vedrete carne che sembra bruciata. È la foto e l’illuminazione ottenuta col lampadario che ha creato questo effetto.

Come è nato questo piatto? Per prova, carne cotta un po’ così e la voglia di non avere i soliti sapori che, per quanto piacevoli, alla lunga son sempre i soliti. Aglio, salvia, rosmarino, timo, alloro e poi?

Così seguendo il vorace coinquilino, mio figlio, abbiamo deciso di comune accordo di provare a aggiungere la rossa salsa in cottura.

Risultato molto piacevole. Questa è stata però la seconda prova con il ketchup che ci piace di più, quello della Heinz*. Ma provatelo anche con il ketchup fatto in casa.

Carpaccio al ketchup

  • 400 grammi di carpaccio
  • farina
  • olio di oliva
  • sale
  • ketchup

Tagliare la carne in listarelle perpendicolarmente alle fibre.

Infarinarle velocemente. Dovremo cuocerla in due volte.

Scaldare la padella molto bene e aggiungere una generosa dose di olio.

Dopo aver eliminato la farina in eccesso e dopo aver fatto diventare tutto molto caldo metter la carne e arrostirla. Quando l’avrete arrostita tutta, vi ho detto che è meglio farlo in due volte?, rimettere sul fuoco e salare e sempre a fuoco altissimo aggiungere 4 cucchiai abbondanti di ketchup. Se ne serve altro aggiungetelo. Io ho preferito non esagerare.

Saltare velocemente e adeguatamente.

Ottima con insalata e di più con le patatine fritte.

*l’azienda citata non mi paga di nascosto per mettere il suo nome ma questa loro salsa piace molto a mio figlio e, detta tra noi, anche a me. Signori della Heinz se volete pagare fate pure.

, , , , ,
Articolo precedente
Palle di pollo
Articolo successivo
Risotto agli scampi

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu