Tag: comfort food

Spaghetti cipolle e acciughe

Cipolle e acciughe ne avevamo in abbondanza. Ci sono sempre nella nostra dispensa.

L’idea era quella dei bigoli e avrei voluto sostituirli con i pici, poi la fatica e l’apatia hanno preso il sopravvento e ho deciso di ripiegare sui più scontati spaghetti.

Però il concetto era quello e l’indirizzo di destinazione più o meno conosciuto. Approssimazione si chiama è inutile far finta. Sono approssimativo e parziale, mi fa fatica approfondire e generalmente quando lo faccio rimango perso nei dettagli, in quelle cose talmente piccole che a guardarle danno il senso dell’inutile.

Però il risultato è stato molto interessante e non poteva essere altrimenti; non perché io sia bravo ma perché la somma dei tre elementi non poteva portare ad altri risultati.

Insomma tutti quanti ne abbiamo mangiati in quantità e anche il piccolo ha apprezzato molto.

Spaghetti cipolle e acciughe

  • 350 grammi di spaghetti
  • 6 acciughe dissalate
  • 2 grosse cipolle
  • 4 o 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • pepe

Tagliare sottilissime le cipolle e metterle ad appassire a fuoco basso assieme all’olio in un’ampia padella.

Aggiungere le acciughe pulite a modo e tritate finemente con il coltello.

Stemperare con il mezzo bicchiere di vino bianco e sciogliere le acciughe. Far evaporare bene il vino.

Saltate gli spaghetti in questo intingolo aggiustando di pepe. Di sale proprio se necessario.

Tag:, , , , ,

Pasta zucchine e salsiccia

Il mio compagno di banco, quello che m’insegnò a fare la pasta alla maialona, m’insegno anche a fare quest’altra ricetta.

Come tutte le sue golosità non mancava di calorie. Faceva colazione tutte le mattine con pane e pomodoro; tre strati di pane con pomodori strofinati e a pezzi, montagne di origano e pepe che venivano tirati fuori da una pellicola unta e bisunta.

Questa ricetta è lo snaturare l’estate, trasformare le zucchine buone di questo periodo in un ammasso grasso e pesante. Ma son buone nonostante tutto, nonostante la panna e nonostante il grasso dell’insaccato che le unge, che unge il piatto e la bocca.

Le preparo quando sento al telefono mia moglie e capisco che ha avuto una giornata difficile. Magari non tutte le volte altrimenti andrebbero a sostituire il pane. Diciamo una volta al mese o qualcosa di più.

Pasta zucchine e salsiccia

  • 250 grammi di pasta
  • 3 salsicce fresche
  • 6 zucchine di media grandezza
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 spicchio di aglio
  • pepe
  • panna

Togliere la pelle alla salsiccia e assieme all’olio schiacciarla con una forchetta in padella a fuoco vivace.

Mentre cuoce pulire e tagliare le zucchine a rondelle poco più sottili di mezzo centimetro.

Aggiungerle alle salsicce assieme all’aglio tritato finemente e a fuoco medio farle ammorbidire leggermente.

Aggiungere la panna e far amalgamare tutto per qualche minuto. Quanta panna fate voi, lui metteva un quadrato pieno, io metà.

Regolate di sale e pepe.

Scolare la pasta al dente e assieme ad un poca di acqua di cottura fate insaporire in padella.

Tag:, , , ,