Ristorante Andreina (Loreto, Ancona)

provato a cena a novembre 2015

Il lavoro mi ha portato nelle Marche e la prima notte l’avrei trascorsa a Osimo.

Faccio due conti e vedo che la distanza da Senigallia non è immensa ma nemmeno troppo agile e la mattina dopo avrei dovuto seguire molte cose contemporaneamente.

Quindi cerco altrove e scopro che a venti minuti c’è Andreina.

La signora Andreina non la trovi più nel ristorante ma c’è il nipote, lo chef Errico Recanati, a mantenere giustamente inalterata la tradizione di griglie e spiedi affiancandola ad una ricerca di modernità non eccessivamente spinta.

Dal menù potrete scegliere vari percorsi di degustazione oppure alla carta. Come da recente tradizione troverete accanto ad ogni piatto l’anno della sua creazione e qui, accanto ad alcuni soprattutto tra i secondi di spiedo e di brace, la bella dicitura “da sempre”.

Bello l’ingresso con la griglia in primo piano su cui cuociono fegatelli e altre leccornie, sala molto grande e adeguatamente elegante, modernizzata grazie ad alcuni piccoli interventi senza snaturarne la storia.

Servizio più che buono e carta dei vini bella e centrata sul territorio con giusti ricarichi.

Ristorante Andreina (Loreto, Ancona)

Scelgo di andare alla carta facendomi aiutare dalla brava Ramona Ragaini nella scelta e di non avvalermi, avrei dovuto lavorare dopo cena, del vino.

Subito mi vengono portati una serie di omaggi di cucina molto interessanti. Spugna di erbe di campo, La nostra idea di cappero e baccalà, Cracker di fegato e cicerchia, Mela e anatra affumicata, Patata con sala e anatra confit e a concludere Lecca lecca di pecorino.

Andreina, Omaggi di cucina

Davvero centrata l’Oliva all’ascolana fai da te. Una polpetta di carne cruda ottima e saporita da impanare in una farina di oliva tenera ascolana e da mangiare assieme ad un crostino di pane fritto.

Oliva all'ascolana fai da te

Arrivano poi i pani che a dire il vero non mi hanno entusiasmato del tutto pur essendo di buona fattura. Al formaggio, Sfoglia al nero di seppia, Pane bianco, Sfoglia di polenta e il migliore secondo me quello Integrale con semi di girasole. Piacevoli i grissini mentre nel contenitore bianco finirà un olio più che ottimo di Valter Cestini selezionato per il ristorante.

Andreina, i pani

Come antipasto L’orto nasconde la caccia ovvero tre verdure ripiene di diverse carni. La zucchina contiene faraona, la patata dell’anatra e il topinambur della lepre. Intense le erbe a corredo non riescono a spingere la delicatezza dei sapori. Questo non è un difetto di per sé se non fosse che proprio questa delicatezza fa risaltare la consistenza un po’ chiusa dei ripieni.

L'orto nasconde la caccia

Il Ristretto di fagiano, ravioli liquidi di porri e finto minestrone è goduria pura con una pasta spessa e croccante che esplode dolce a contrastare un fondo di fagiano intenso e carico di profumi e sapori da vecchio vino. Liquirizia, selvatico, umidità, sottobosco. Le verdure hanno una blanda funzione rinfrescante se si escludono i frutti rossi che portano un notevole slancio all’insieme.

Ristretto di fagiano, ravioli liquidi di porri e finto minestrone

Per secondo, dallo spiedo, un ottimo Piccione. Cottura da tradizione, condimento essenziale. Viene portato in tavola sopra ad una griglia per non farlo raffreddare assieme alle verdure che lo accompagnano. Il Laguiole alla mia destra resterà pulito. Per questo piatto c’è bisogno delle mani e di non aver paura di sporcarsi.

Piccione allo spiedo

Niente dolci ma mi arriva comunque la selezione di dolcetti tutti di bellissima fattura.

Andreina, Petit four

Ristorante Andreina
chef Errico Recanati
Via Buffolareccia, Loreto (AN) – 43.440352, 13.620717
Tel. 071 970124
http://www.ristoranteandreina.it

, , , ,
Articolo precedente
Gnocchi gratinati
Articolo successivo
Crema di porri e patate (leggera)

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu