Polvere di limone bruciato e pepe (pepi)

Come ho detto qualche tempo fa mi è balenata in testa questa cosa di dare la possibilità a ciascuno, seguendo la stessa base, di creare il suo condimento.

Per adesso lo faccio con i primi piatti poi vedremo.

In realtà questo è stato il preambolo, prima c’è stata questa cena e poi il pranzo a base di bottarga. Ma va bene così.

Volevo fare una polvere di limone e pepe che stesse bene con la crema di carciofi ma son partito tardi e mi son detto: “Ma visto che ho assaggiato spesso piatti contenenti polveri di cose bruciate perché non provare con il limone ed il pepe?”. E così è stato, risultato divertente e da riprovare magari con qualche carne.

Polvere di limone bruciato e pepe

  • scorze di 1 limone grande (solo il giallo)
  • 1 cucchiaino di pepe nero di Sarawak
  • 1 cucchiaino di pepe di Seichuan

Penso che se non usate pepe di Sarawak e quello di Seichuan il risultato potrebbe essere piacevole ugualmente. Magari se qualcuno prova con pepe bianco e rosa o verde faccia sapere.

Scaldare il forno a 150° e mettere le scorze di limone.

Dovranno restare li per almeno 40 minuti e comunque fin quando non sono bruciate (ma non carbonizzate).

Inserire i pepi negli ultimi 5/10 minuti che altrimenti bruciano troppo e perdono gran parte dei loro profumi.

Far raffreddare e tritare tutto possibilmente con il mortaio.

, ,
Articolo precedente
Pappardelle alla cacciatora
Articolo successivo
Limone al pepe (Questa volta fresco)

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu