Biscotti al cacao e nocciole

Io l’ho sempre detto, i dolci non fanno per me anche se ne mangio. Mai li mangio con l’acquolina alla bocca, raramente almeno, e mai ne sento il bisogno.

È mia moglie che vuole fare queste cose e che ha la pazienza, lei mente matematica e tecnica da astro-fisico mancato, di fare proporzioni e calcoli che hanno sempre un’unica formula d’inizio: “Raddoppiamo la dose?”

È una ricetta belga datale da una collega di lavoro, un’altra mente logica sposata con un nutrizionista. Si chiamano gallette, difatti, questi biscotti e anche al sapore si sente la bassa percentuale di zucchero, ma sono buonissimi per colazione e per ogni ora del giorno.

Ps. Cercando quale potesse essere il nome originale di questi biscotti trovo tantissime ricette praticamente identiche. Mah

Biscotti al cacao e nocciole

Per produrre almeno 6 teglie di biscotti di circa 5 centimetri di diametro:

  • 400 grammi di farina 00
  • 240 grammi di burro
  • 2 cucchiai di lievito istantaneo per dolci
  • 200 grammi di gocce di cioccolato fondente
  • 160 grammi di nocciole già sgusciate e private della pellicina
  • 140 grammi di zucchero
  • 4 cucchiai di cacao amaro
  • 1 presa di sale
  • latte

Un’avvertenza: avevamo soltanto la metà dose di gocce di cioccolato fondente che abbiamo integrato con 100 grammi di gocce al latte. E io sono stato contento che altrimenti tutto quell’amaro, che mi piace in Lopriore e Parini ma anche nel Fernet, mi annoia.

Lavorare il burro a temperatura ambiente con lo sbattitore fino a ridurlo ad una crema morbida e gonfia.

Aggiungere lo zucchero e poi la farina setacciata assieme al cacao e al lievito. Aggiungete la presa di sale e aiutandovi con qualche cucchiaio di latte date forma ad una crema morbida ma soda adatta ad essere inserita in un sac a poche.

Tritate velocemente le nocciole nel cutter e aggiungetele al composto assieme alle gocce di cioccolato.

Riempite la sac a poche e fate, su una teglia coperta di carta da forno, dei biscotti di circa cinque centimetri di diametro e meno di uno d’altezza.

Infornate a 180° per circa 20 minuti. Ci vorrà meno in realtà, dopo 15/16 minuti li avevamo già tolti.

Basta poco a far prendere al cacao l’idea del bruciato.

, , , ,
Articolo precedente
Aria di basilico
Articolo successivo
Fiori di zucca fritti

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu