Straccetti di vitello al cumino e verdure

Siamo sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da mangiare; cerchiamo di realizzare cose semplici che nel poco tempo che abbiamo alla sera, quando torniamo a casa dal lavoro dopo essere passati a comprare un po’ di cose.

Cerchiamo ricette che comprendano più verdure possibile (bugia) e che mascherino i sapori basici dei prodotti mediocri che spesso siamo costretti ad acquistare perché cercare ci costa tempo e denaro e di tempo e denaro non ne abbiamo più.

Nella nostra cucina i piatti son fatti di pochi ingredienti e quei prodotti così e così perdono un po’ delle loro caratteristiche soltanto con cotture lunghe e noi, come ho già detto, di tempo non ne abbiamo.

Mi passa questa ricetta un conoscente che si sbatte tra università e piccole faccende di ristorazione precaria, di azzardi gastronomici. La faccio e mi piace ma esagero con il cumino e mia moglie me lo fa notare ma me ne ero accorto anche io bellezza.

Mio figlio grande assaggia e esprime per la prima volta una frase razzista “Non mi piace questa roba da cinesi” e la cosa non mi piace. Cerchiamo di spiegarglielo con mia moglie e pare capire. Son questi gli imprevisti educativi di cui ho paura, che quello che assorbe da fuori (ma da dove poi?) sovrascriva quello che proviamo a insegnargli noi.

Straccetti di vitello al cumino e verdure

  • 450 grammi di vitello tagliato poco più spesso che per un carpaccio
  • 2 centimetri di zenzero grattugiato
  • 2 spicchi di aglio grattugiati
  • 1 cucchiaino di polvere di cumino
  • 7 o 8 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di miele millefiori
  • 6 cipollotti
  • 1 peperone rosso
  • 5 taccole
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • maizena
  • acqua

Tagliare il vitello a striscione larghe un paio di centimetri e metterle a marinare con lo zenzero, l’aglio, il cumino, la soia e il miele.

Fate marinare in frigo per almeno un’ora.

In questo tempo tagliate le verdure a strisce non troppo sottili e mettete da parte il verde dei cipollotti tagliato a rondelle sottili.

Accendete la fiamma più grossa che avete sotto il wok e quando sarà rovente, realmente rovente, aggiungete l’olio e subito dopo le verdure facendole saltare velocemente per non più di due minuti.

Aggiungere a questo punto la carne con tutta la marinata e fate cuocere velocissima.

Prima di aggiungere un cucchiaio o due di maizena stemperata nell’acqua, aggiungere il verde del cipollotto.

Servire con del riso bollito.

Se volete aggiungete il piccante che volete.

, , ,
Articolo precedente
Polvere di insaccati e affettati
Articolo successivo
Salsa di Roquefort e limone

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Menu