Riso alla pizzaiola

In casa mia fare le cose alla pizzaiola era vietato. E allora erano rare le occasioni in cui qualcosa veniva trattato in tal senso.

Andando a cena a casa di un amico che abitava in una via attigua assaggiai per la prima volta delle fettine di carne fatte in quella maniera. E non mi piacquero per nulla, niente legato ai sapori o alla presenza o meno del sale ma semplicemente la consistenza.

Dure e nascondevano al loro interno grasso e, come li chiamavo allora, i nervi. Ma i miei mi avevano insegnato a essere educato e finì la mia porzione e ringraziai e dissi che la cena mi era piaciuta. Fu così che diventò il piatto delle mie cene da loro.

Alla pizzaiola non è proprio come vi racconterò qui sotto ma essendoci pomodoro e mozzarella il titolo mi pare possa andare.

Poi fate attenzione che è un riso e non un risotto. Una volta chef Tomei mi redarguì per averli confusi. L’ho già detto.

Riso alla pizzaiola

  • 2 cipollotti freschi grossi
  • 5 cucchiai di triplo concentrato di pomodoro
  • 2 foglie di alloro
  • 4 cucchiai di olio
  • 300 grammi di mozzarella da pizza
  • 320 grammi di riso Balilla
  • sale
  • peperoncino

Tagliare finemente la cipolla e metterla a cuocere a fuoco medio in una padella assieme all’olio e alle foglie di alloro spezzate. Salare leggermente per far fare l’acqua alla cipolla.

Appena la cipolla è ben appassita aggiungere il concentrato e tre o quattro cucchiai di acqua bollente.

Mettere a cuocere il riso in abbondante acqua salata mantenendo la salsa in cottura a fuoco basso.

Nel frattempo tagliare la mozzarella a cubetti piccoli, meno di un centimetro, e lasciarla fuori a raggiungere la temperatura ambiente. Usate la mozzarella povera di acqua del banco frigo dei supermercati, quella che dicono ideale per la pizza (chiamarla mozzarella mi pare illecito come dire “prosciutto vegano”)

A riso cotto mettere da parte una tazza grande di acqua bollente e scolarlo bene.

Rimetterlo nella pentola con due cucchiai di olio e cominciare ad aggiungere la mozzarella rimestando come per mantecare. Appena inizia a fare i fili aggiungere il pomodoro privato dell’alloro e il peperoncino.

Aiutatevi con l’acqua nella tazza per evitare che la mozzarella si appalli.

Servire caldissimo.

, , , ,
Articolo precedente
Cozze al whisky
Articolo successivo
Risotto al nero di seppia

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu