Tagliolini tartufo e zucca

Se zucca c’è che zucca sia. È altamente improbabile che me la trascini dietro per secoli e allora, approfittando di un giorno inaspettatamente domestico, ho dato fondo ad un altro quarto del dolce vegetale.

Ho partecipato qualche giorno fa ad un incontro di tartufai della zona preoccupati per vicende tecniche politiche che, a loro dire, avrebbero messo in crisi la produzione di tuberi nella loro valle.

Non ero li perché preoccupato di quel fatto, sapendo da fonti certe che era più una questione politica che tecnica, ma per ascoltare i loro discorsi (epici) sulla ricerca e perché sapevo che avrei trovato qualche spacciatore.

Zucca e tartufo poi è un abbinamento interessante.

Tagliolini tartufo e zucca

Per 2 persone:

  • 200 grammi di tagliolini
  • 1 tartufo grosso come una grossa noce
  • 60 grammi di burro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 filettino di acciuga

per la salsa di zucca:

  • 1/4 di zucca gialla
  • burro
  • sale
  • 3 o 4 cucchiai di latte
  • 1 spicchio di aglio

Togliere la buccia alla zucca e tagliarla in piccoli pezzi. Rosolarla in poco burro a fuoco medio con l’aglio schiacciato, quando sarà ben morbida alzare la fiamma e far fare un poco di crosticina. Spegnere e aggiungere il latte.

Far sciogliere metà del burro in un’ampia padella a fuoco impercettibile assieme all’aglio schiacciato e all’acciuga (son tartufi questi che hanno bisogno di un poca di spinta). Quando inizierete a sentire l’odore dell’aglio spegnere ed eliminarlo. Se volete in questa fase aggiungere metà del tartufo grattugiato ma soltanto quando il burro sarà tiepidissimo.

Cuocere i tagliolini al dente in abbondante acqua salata e aiutandosi con il ragno (il mestolo apposito) gettarli nel burro della padella. Aggiungere anche l’altro burro e aiutandosi con un mestolo di legno, e nel caso un poca di acqua di cottura della pasta, far ricoprire i tagliolini di una salsetta bavosa e densa.

Con l’acqua di cottura della pasta, e una nocciola di burro, aiutatevi a frullare la zucca in modo che sia liscia e lucida e non troppo densa ma senza sforare nel liquido. Aggiustate di sale e se volete pepe.

Mettere la salsa a specchio sul piatto, aggiungere i tagliolini imburrati (la mia foto non rende) e sopra una bella grattugiata dl tubero.

Mi rendo conto che c’è tanto burro ma questa volta ci va assolutamente. Assolutamente.

, , ,
Articolo precedente
Risotto alla zucca (e Roquefort)
Articolo successivo
Sugo di scamerrita

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.

Menu