Rotolini di sogliola al pomodoro

Dal momento in cui nasce un nipote, ormai qualche tempo fa, voi per vostra madre diventerete trasparenti.

Se si esclude i primi cinque minuti nei quali lei vi guarderà come un eroe, come colui che ha ridato un senso alla sua vita, poi diventerete fuffa.

“Sono al supermercato. Che pesce vi prendo?” “Fai te. Poi fammi sapere quanto ti devo” e quanto le devo non me lo dirà mai, per lei ho comunque sempre dieci anni.

Un pacchetto compare quindi nel frigo. Sono due sogliole, una è pulita e sfilettata. Sulla busta un post it con scritto: “Quella sfilettata non è per te. Te ti sai arrangiare.” Ho sfilettato anche l’altra.

Ma non è stato facile che mi manca un coltello idoneo e soprattutto non avevo voglia di cucinarla come al solito.

Rotolini di sogliola al pomodoro

  • 2 sogliole piuttosto grandi pulite e sfilettate (8 filetti quindi)
  • 2 fette di pane raffermo da mezzo chilo alte un centimetro circa e private della crosta
  • 1/2 chiara di uovo
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 spicchio di aglio molto piccolo
  • sale
  • pepe
  • olio di oliva
  • 1 noce di burro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco e con profumi di base, un vinello da poco in cartone va bene
  • farina

Battere leggermente i filetti di sogliola, devono solo diventare leggermente piatti e non diventare delle sfoglie.

Impastare la mollica, bagnata nel latte e spremuta benissimo, con il concentrato, l’aglio tritato finissimo, sale, pepe e un cucchiaino d’olio e, per ultima, la chiara dell’uovo.

Spalmare sottilissimo su ciascun filetto l’impasto e poi arrotolare stretto in modo da lasciare il pane all’interno. Fermare con uno stecchino.

Far spumeggiare il burro in padella assieme ad un cucchiaio di olio e adagiarvi i rotoloni lasciandoli in piedi dopo aver infarinato leggermente le due estremità.

Cotta la prima “faccia” a fuoco medio girarli e bagnare il fondo con il vino. A fuoco alto far evaporare l’alcol e abbassare il fuoco. Portare a cottura.

Servire dopo aver salato.

Prima di estrarre lo stecchino attendete qualche decina di secondi. Vi aiuterà a non strappare la delicata carne delle sogliole.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *