Il mondo visto da Instagram

Mettiamo che i Maya abbiano ragione e che il 21 dicembre di quest’anno il mondo finisca con grandi cataclismi e sconvolgimenti elettromagnetici. Lapilli incandescenti che escono dai vulcani e coltri di nubi di cenere a coprire tutto in una Pompei globale.

Sotto a quella cenere resteranno anche i server di tanti social qualcosa. Tra questi Instagram. Lo conoscete? È un servizio di social network fotografico dove, creato un account è possibile postare le proprie foto e condividerle con l’ampio universo degli utenti che a maggio di quest’anno si aggirava intorno a 50 milioni.

Immaginate una razza aliena che atterrasse tra qualche migliaio di anni sul (ex) nostro  pianeta e, durante scavi archeologici, rinvenisse i server del servizio di condivisione fotografica. Li attacca ai propri computer e decripta il contenuto.

Che mondo apparirebbe a questi alieni?

Guardando all’aspetto culinario, lasciando quindi perdere culi e addominali di modelle e modelli palestrati e panorami mozzafiato e accessori da donna, il nostro mondo e la razza umana apparirebbero come mangiatori di (in ordine di apparizione):

  1. Dolci ricoperti di glasse e panna
  2. Cibo orientale (ma loro che ne saprebbero, per loro quello sarebbe il nostro cibo)
  3. Ammassi indistinti pasticciati e carichi
  4. Caramelline colorate
  5. Cilindri con cannule fuoriuscenti dalla parte più ampia
  6. Hamburger
  7. Qualche pizza
  8. Ancora ammassi di dolci
, , ,
Articolo precedente
Ristorante La Parolina (Trevinano, Viterbo)
Articolo successivo
Ristorante The Lord Nelson (Chiavari, Genova)

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu